Quota 100 non è utile per un vero ricambio generazionale

Quota 100 non è utile per un vero ricambio generazionale

Lo affermano le aziende coinvolte nel sondaggio svolto dal Centro Studi e Ricerche Future Manager.

MILANO – Il Decreto comprendente Quota 100 e Reddito di Cittadinanza è in approvazione in questi giorni al Parlamento, non senza emendamenti e modifiche che sicuramente faranno discutere.

Se una delle finalità del provvedimento è quella di incentivare il prepensionamento ed il ricambio generazionale degli organici aziendali, al riguardo le aziende sono perplesse.

Il Centro Studi e Ricerche Future Manager ha condotto un sondaggio tra Direttori del Personale ed Amministratori Delegati per comprendere quanto, secondo la loro previsione, i lavoratori usufruiranno di Quota 100 per il proprio prepensionamento.

Secondo il 46% degli intervistati i dipendenti della propria aziende rientranti in Quota 100 non usufruiranno effettivamente del prepensionamento, mentre il 42% presenterà richiesta.

Tuttavia il 67% ritiene che Quota 100 non sarà utile – o comunque non sufficiente – ai fini di un vero e strutturale svecchiamento aziendale. Solo il 6% ritiene che sarà molto utile a questo scopo.

Sono dunque poche le aziende che stanno pensando ad un vero ricambio generazionale incoraggiato da Quota 100: solo il 15% delle aziende sta organizzando processi mirati di selezione finalizzati a far fronte alle richieste di pensionamento; il 61% non ha in previsione l’inserimento di consistenti numeriche di giovani laureati. 

Paura di una perdita di competenze a seguito del pensionamento anticipato dei lavoratori? Affatto: il 75% degli intervistati ritiene che il processo di prepensionamento tramite Quota 100 non possa nuocere in termini di competenze uscenti.




Chi siamo: Future Manager Recruitment è l’azienda italiana leader nella ricerca e selezione di giovani manager. Il Centro Studi e Ricerche Future Manager realizza sondaggi e ricerche nazionali sul tema del mercato del lavoro e dell’inserimento professionale dei giovani laureati. Produce inoltre un rapporto nazionale sulle pari opportunità, il quale ha ricevuto negli anni una medaglia di Rappresentanza da parte del Presidente della Repubbliche, nonché patrocini e riconoscimenti da parte di Ministeri ed istituzioni.

Future Manager Alliance è il primo gruppo globale, creato da Future Manager Recruitment, specializzato nel recruitment globale di giovani manager. E’ attualmente attivo in 4 continenti, 26 stati: Arabia Saudita, Argentina, Brasile, Cile, Cina, Emirati Arabi Uniti, Francia, Germania, Giordania, Iran, Irlanda, Irlanda del Nord, Italia, Libano, Messico, Paesi Bassi, Paraguay, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna, Stati Uniti d’America, Sud Africa, Svizzera, Ucraina, Uruguay.



Future Manager Recruitment

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Cliccando "OK" si procede nella navigazione e si accetta l’uso dei cookie. Read more Ok